Altrove

  

Dal 24 novembre al 20 dicembre 2017 ExpArt Studio&Gallery, in via Borghi 80 a Bibbiena (AR), presenta “Altrove”, doppia personale di Luciano Angioli e Francesco Palmieri a cura di Silvia Rossi.

L’esposizione, a ingresso libero e gratuito, sarà visitabile dal martedì al mercoledì con orario 15/19, dal giovedì al sabato con orari 9,30/12 e 15/19, o su appuntamento.

Venerdì 24 novembre, alle ore 18, l’inaugurazione in galleria con l’aperitivo offerto da Bar Le Logge. A seguire i due artisti saranno intervistati in pubblico dal giornalista culturale Marco Botti.  

 

LA MOSTRA

Altrove”. Non poteva che avere questo titolo l’ultima mostra del 2017 a ExpArt Studio&Gallery, che vede protagoniste le opere di Luciano Angioli e Francesco Palmieri.

I due paesaggisti operano fuori dallo scenario ordinario, giocano abilmente con la costruzione di scenari inesistenti, partendo da uno spunto reale e arrivando laddove la mente ci conduce quando siamo, appunto, “altrove”.

In un gioco fatto di immagini, citazioni e riferimenti, i due artisti ci conducono elegantemente a spaziare con la testa nei prati, nei boschi e nelle scene da loro raffigurati. Il rimando a elementi conosciuti, paesaggi reali e architetture del quotidiano, ci aiuta a interagire con opere solo in apparenza semplici.

La loro forma stilistica è assai distante: Palmieri infatti ci propone una figurazione classica, con rimandi all'arte paesaggistica seicentesca, perfettamente traslati in epoca contemporanea, dove gli accenni surreali incontrano deliziosamente una tecnica magistrale.

Angioli gioca invece con forme e colori: le sue opere vivono autonomamente su piccoli “oggetti” di legno, e l'iniziale impressione naïf che ci trasmette il suo lavoro, lascia velocemente spazio a quella che si rivela essere una grande attenzione al dettaglio, alla composizione e alla scelta cromatica.

 

BREVI BIOGRAFIE

Luciano Angioli nasce ad Arezzo nel 1953. Frequenta l'Istituto d'arte e già nella sua prima gioventù si dedica alla pittura. Sotto le armi realizza numerose pitture murali ancora oggi visibili. Nel 1976 ottiene l’abilitazione all’insegnamento di Educazione artistica ma prosegue anche nella sua ricerca, orientata e motivata da un forte legame con i testi poetici e letterari di vasto respiro. La passione per l’archeologia, la letteratura e la storia, unite all’amore per la storia dell’arte e il territorio toscano, sono gli elementi principali della sua indagine artistico-figurativa. Dal 1976 espone in collettive e personali in Italia e all’estero.

Francesco Palmieri nasce a Locri (RC) nel 1963. Insieme alla formazione di musicista, la quale lo ha portato a svolgere l’attuale professione di cantante d’opera, svolge i suoi studi d’arte figurativa presso il Liceo artistico e l’Accademia di belle arti di Roma.  Frequenta i corsi internazionali di calcografia all'Accademia Raffaello di Urbino, ma deve soprattutto la sua formazione alla assidua frequentazione dei più importanti musei, in particolare quelli romani, dove ha avuto modo anche di realizzare copie direttamente dall’originale dei grandi maestri del passato. Recentemente si è iniziato alla scultura. Ha esposto le sue opere in collezioni private e pubbliche. 

We use cookies on this site to enhance your user experience